le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Djalali: nessuna condanna per il ricercatore iraniano ma indagine in corso

Luigi Manconi del PD riferisce sul caso del ricercatore iraniano Ahmadreza Djalali.

"Contro Ahmadreza Djalali, il ricercatore iraniano collaboratore dell'università del Piemonte orientale di Novara, non è stata emessa alcuna sentenza di condanna", rendono noto il senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione diritti umani di Palazzo Madama e la senatrice PD di Novara, Elena Ferrara, componente della Commissione, che lunedì scorso si erano recati all'Ambasciata iraniana.

"La sorte dello scienziato iraniano desta comunque preoccupazione - rilevano comunque in una nota Manconi e Ferrara - perché nella missiva che l'ambasciatore iraniano ha inviato in risposta alla mobilitazione dei parlamentari italiani, si precisa che Djalali è stato arrestato con l'accusa di aver collaborato con un paese ostile e di aver agito contro la sicurezza nazionale. Tuttavia, le indagini sarebbero ancora in corso e non è stata emessa alcuna sentenza".

"La speranza è che le indagini, chiariscano ogni cosa e che questa vicenda possa trovare velocemente una positiva soluzione, che consenta a Djalali di ricongiungersi alla sua famiglia" sottolineano infine i senatori dem.

© riproduzione riservata | online: | update: 16/02/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Caso Djalali: nessuna condanna per il ricercatore iraniano ma indagine in corso
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI