le notizie che fanno testo, dal 2010

Angeletti: piano lavoro Matteo Renzi rilancerà consumi, ripresa, occupazione

Entusiasta del piano lavoro di Matteo Renzi è Luigi Angeletti, segretario della Cisl, che assicura: "Nessuno pensa che ci possano essere dei miracoli, però questa è la scelta giusta: rilancerà i consumi, la ripresa e l'occupazione, ci saranno sicuramente effetti espansivi".

"Dopo 4 anni di scioperi e manifestazioni, finalmente abbiamo trovato un governo che ha fatto la cosa giusta: ridurre le tasse ai lavoratori" afferma Luigi Angelietti dell'Uil commentando il piano lavoro di Matteo Renzi, che prevede un meno 10% sull'IRAP e un aumento in busta paga di circa 1000 euro l'anno ai dipendenti che guadagnano fino a 1500 euro al mese. Angeletti prosegue: "E' sicuramente l'inizio, nessuno pensa che ci possano essere dei miracoli, però questa è la scelta giusta: rilancerà i consumi, la ripresa e l'occupazione, ci saranno sicuramente effetti espansivi". Per quel che riguarda i provvedimenti sul mercato del lavoro, prosegue il segretario della UIL, si tratta di "una razionalizzazione e non di una rivoluzione" visto che "l'obiettivo di rendere più agevoli le assunzioni non può che essere condiviso. - assicurando - Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali i cambiamenti saranno assolutamente graduali e non stravolgeranno l'attuale assetto. Cercheranno di espandere la copertura ai co.co.pro.: una cosa importante, ma non una rivoluzione. La riforma Fornero viene modificata non smantellata. Non c'è un rovesciamento di logica". Angeletti quindi conclude: "Adesso si tratterà di fare un ulteriore passo avanti per la semplificazione e la riduzione dei vincoli burocratici di questo Paese. Siamo però nella giusta direzione: è stato fatto non un 'passetto', ma un passo molto lungo verso la svolta".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: