le notizie che fanno testo, dal 2010

Amministrative: data 5 giugno è attacco a democrazia, dice Malan (Forza Italia)

"L'obiettivo costante di tutte le mosse del governo Renzi, è quello di limitare la democrazia accentrando tutto il potere nelle mani del premier non eletto", riferisce in un comunicato Lucio Malan di FI.

"L'obiettivo costante di tutte le mosse del governo Renzi - riflette in una nota il senatore di Forza Italia Lucio Malan -, è quello di limitare la democrazia accentrando tutto il potere nelle mani del premier non eletto. Con la legge Delrio è stato tolto ai cittadini il voto dei cittadini per le Province, che continuano a esistere, con la schiforma costituzionale vogliono fare lo stesso con il Senato, l'uso sistematico della fiducia ha reso opaco l'intero processo legislativo, come ben si vede con la vicenda Tempa Rossa, non rispondendo a gran parte delle interrogazioni impedisce ogni tipo di controllo. Ora, non solo stabilisce la data che più può incoraggiare i cittadini a non andare a votare, ma la indica con scandaloso ritardo".
Il governo ha infatti stabilito nel 5 giugno la data delle elezioni amministrative, nonostante il lungo ponte.
"Essendo impossibile anticipare al 29 maggio, perchè è troppo tardi, o anche posticipare al 12 perchè è la pentecoste ebraica, occorre votare anche lunedì 6. - sostiene l'esponente azzurro - Non si parli di aumento di costi, poichè i costi aggiuntivi, non più di una decina di milioni, sono decine di volte meno del nuovo aereo del presidente del consiglio e pari a quattro giorni di proroga delle concessioni autostradali che vanni avanti da un anno e mezzo. Agevolare i cittadini nel voto è più prezioso del confort nei viaggi internazionali del capo del governo e dei regali ai suoi amici."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: