le notizie che fanno testo, dal 2010

Moggi: "Trovata un'intercettazione che sconvolge" Calciopoli

Luciano Moggi, l'ex direttore generale della Juventus, dichiara di avere per le mani gli elementi per dimostrare un "complotto" contro i bianconeri. "Il 27 settembre andrò a parlare io e vedrete - ha affermato - mai fatto cose che invece, hanno fatto altri".

"Un'intercettazione che sconvolge il processo". A preannunciarlo è Luciano Moggi, ex dg della Juventus, riferendosi al caso "Calciopoli". Il toscano dichiara, intervenendo a Radio Manà Manà, di avere per le mani delle prove che dimostrerebbero "che è stato fatto un processo volutamente per togliere la Juventus di mezzo e mettere al centro altri". La ripresa del processo è fissata per martedì 20 settembre, e Moggi annuncia: "Il 27 settembre (quando ci saranno le arringhe delle difese, ndr) andrò a parlare io e vedrete - aggiungendo - Io dico solo di non aver mai fatto cose che invece, stando alle intercettazioni, hanno fatto altri". Luciano Moggi, infine, sembra lasciar intendere come Calciopoli, ma soprattutto questa nuova intercettazione di cui parla, abbia sconvolto addirittura il suo modo di vedere il mondo del calcio: "Nel calcio ci sono delle cose talmente importanti ed invisibili. Per esempio a me stesso spesso ripeto di aver conosciuto il calcio solo ora, dopo tutte le intercettazioni che ho letto - concludendo - Dico una cosa: questa notte è stata trovata un'intercettazione che sconvolge questo processo. Il discorso è difficile nel calcio, non si sa mai dove sono gli amici ed i nemici, bisogna ripararsi da tutte le parti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: