le notizie che fanno testo, dal 2010

Luca Toni: Mondiali 2014? Decide Prandelli. Dopo Verona faccio il procuratore

Luca Toni rivela di stare vivendo "una stagione fantastica con il Verona", ammettendo che sarebbe "stracontento ed onorato" se sarà convocato per il Mondiale 2014 in Brasile, sottolineando però che "E' giusto che venga convocato chi ha portato l'Italia alla qualificazione".

"Qui a Verona sto vivendo una stagione fantastica ed ora, con i 15 gol segnati in Serie A, ho affiancato due centravanti della storia gialloblù come Bui e Penzo. Spero di poterli superare presto!" ammette l'attaccante Luca Toni, intervenendo nel corso della trasmissione "Tiki Taka", in onda su Italia 1 e condotta dal giornalista Pierluigi Pardo. Luca Toni rivela che se arriverà una convocazione per i Mondiali 2014 in Brasile sarebbe "stracontento ed onorato, ma - precisa - se non dovessi andare in Brasile tiferò per l'Italia". Luca Toni sottolinea infatti che "è giusto che venga convocato chi ha portato l'Italia alla qualificazione, - evidenziando - comunque deciderà Cesare Prandelli". L'attaccante del Verona spiega quindi che "Antonio Cassano, Francesco Totti, Antonio Di Natale, Alessio Cerci o Ciro Immobile sono tutti potenziali candidati". Parlando del suo futuro nel mondo del calcio, Luca Toni rivela che appenderà i tacchetti al chiodo prima di " 5-6 anni", e sogna di fare "il procuratore", lanciando già un appello: "Se Alessio Cerci ha problemi lo prendo io in procura perché è molto forte".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: