le notizie che fanno testo, dal 2010

Barbareschi lascia Fli destinazione Misto: "politicamente coerente"

Mentre Barbareschi se ne va (ma non ha sorpreso nessuno) e continua la fuoriuscita di parlamentari, nella vita "reale" FLI si costruisce come partito nel territorio. Per fine anno "avrà 200mila iscritti e 110 presidenti provinciali" dice soddisfatto Italo Bocchino.

Misteriosamente, ma neppure poi tanto, tutti lasciano Gianfranco Fini e il neonato Fli scuotendosi la polvere dai lussuosi sandali. Spiega Barbareschi sul suo addio a Futuro e Libertà per l'Italia: "Ho atteso fino ad oggi sperando che da parte del vertice di Futuro e Libertà ci fosse uno scatto di orgoglio, che ci riportasse allo spirito e soprattutto alle intenzioni di Bastia Umbra". Il deputato di Futuro e Libertà se ne va al gruppo Misto e non si sa se si dimetterà dalla IX Commissione Tlc di cui è vice presidente. Come si legge su La Repubblica (http://is.gd/HinZ9J) Luca Barbareschi si definisce "politicamente coerente" e dice anche che "il disagio di molti in Fli è un disagio di coscienza". Mentre i parlamentari di Fli se ne vanno e la stampa parla di "emorragia inarrestabile" Italo Bocchino organizza il partito scrivendo che "Per fine anno Fli avrà 200.000 iscritti, 110 presidenti provinciali del partito eletti dagli iscritti, così come i coordinatori regionali. Ci sarà il massimo della partecipazione e delle democrazia". Insomma il requiem è solamente parlamentare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: