le notizie che fanno testo, dal 2010

Adele e l'enigma del faraone, quando Indiana Jones è femmina

Luc Besson, il maestro "americano" del cinema francese, torna con un'avventura alla Indiana Jones dove Adèle Blanc-Sec, intrepida ed avventurosa giornalista, ne passerà di tutti i colori tra faraoni e pterodattili, sempre con la maestria e l'eleganza "alla Besson".

Ritorna il maestro "americano" del cinema francese, quello di Nikita e de il "Quinto Elemento", sceneggiatore, produttore, regista, per molti lo Steven Spielberg europeo che sa unire l'azione all'arte del raccontare.
Ritorna Luc Besson con una versione transalpina di Indiana Jones in una Parigi d'inizio novecento disegnata da Jacques Tard che inventa un'eroina d'altri tempi: Adèle Blanc-Sec. Il film, imminente nelle sale italiane si chiama "Adèle e l'enigma del faraone" e Besson è stato in Italia per presentare questa sua ultima fatica, ancora più "femminile" delle altre, visto l'amore che il regista ha per le donne e la femminilità.
In questo lavoro Besson non è il produttore di se stesso ma è la moglie, Virginie Besson-Silla ad aver prodotto il film su "Adèle Blanc-Sec", lasciando a Besson il piacere di concentrarsi sulla sceneggiatura e sulla regia. "Sono stato molto esigente anche e soprattutto con me stesso. Volevo a tutti i costi che questo film riuscisse bene e desideravo che il processo di montaggio fosse solo un'esperienza piacevole" dice il regista.
"Adèle e l'enigma del faraone" è il 13esimo film di Besson ed è tratto da due dei nove album (Adèle et la Bête e Momies en folie) disegnati da Jacques Tard, per cui ci sarebbe spazio per eventuali sequel.
L'intrepida giornalista Adèle Blanc-Sec è la bella e talentuosa Louise Bourgoin che come la nuova eroina di Besson, citando il regista, "non potendo puntare sui muscoli, usa l'intelligenza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: