le notizie che fanno testo, dal 2010

Nobel Pace Liu Xiaobo: la Cina gli rifiuta le visite

Il Premio Nobel della Pace Liu Xiaobo è ancora in carcere, in una cella con altri 5 detenuti, si teme per la sua sicurezza e gli è stata negata la visita del fratello. La moglie Liu Xia è ancora "detenuta illegalmente agli arresti" e teme addirittura di essere deportata.

Il Premio Nobel della Pace Liu Xiaobo è ancora in carcere, in una cella con altri 5 detenuti e si teme per la sua sicurezza. La moglie Liu Xia è ancora "detenuta illegalmente agli arresti", come lei stessa scrive sulla sua pagina di Twitter e teme addirittura di essere deportata. Intanto il fratello di Liu Xiaobo, Loi Xiaoguang, non ha avuto la possibilità di incontrarlo in carcere perché gli è stata negata la visita, nonostante nella prigione di Jinzhou è permesso ai prigionieri di ricevere visite una volta al mese.
Insomma, la Cina non sembra aver ascoltato nemmeno uno degli appelli che gli sono stati rivolti dalla comunità internazionale, che ha chiesto l'immediata scarcerazione del Premio Nobel della Pace, anzi.
Ieri Eric Holder, ministro della Giustizia degli Stati Uniti, che si trova ad Hong Kong ha criticato questa decisione di non rilasciare Liu Xiaobo e afferma che sarà qualcosa che farà presente durante i suoi incontri a Pechino.
Ma fintanto che non si metteranno in discussione le relazioni commerciali ed economiche con un Paese che tiene in carcere un Premio Nobel per la Pace e detiene agli arresti domiciliari la moglie, sarà difficile "far presente" le nostre ragioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: