le notizie che fanno testo, dal 2010

Linux 3.3 abbraccia il codice di Android

La nuova release di Linus Torvalds permette agli sviluppatori di utilizzare il kernel di Linux per far funzionare un sistema operativo Android. Si tratta di Linux 3.3 che include, tra l'altro, il supporto per i processori C64x e c66x di Texas Instruments, utilizzati nelle stampanti, attrezzature mediche e altri dispositivi.

Oltre ai numerosi miglioramenti presentanti con la nuova versione, Linux 3.3 ha una caratteristica molto interessante. Con la release distrubuita da Linus Torvalds (http://is.gd/E9vjkO) si nota infatti l'intregazione del codice di Android. In pratica l'integrazione permetterà agli sviluppatori di utilizzare il kernel Linux per far funzionare un sistema operativo Android, creare driver per il kernel di Android o Linux (utile per i produttori di hardware compatibili), ridurre o eliminare le patch separate per ogni aggiornamento del kernel di Android. Bisogna ricordare come per molto tempo il codice di Android non è stato fuso con Linux perché gli sviluppatori di entrambi i progetti non erano d'accordo. Dopo diversi anni di lavoro sulle disparità, entrambi i progetti si sono finalmente uniti lasciando apparentemente le discussioni alle spalle.
LINUX 3.3, OLTRE AD ANDROID TANTE NOVITA' Android non è certo l'unica novità di Linux 3.3. La nuova versione include anche il supporto per i processori C64x e c66x di Texas Instruments, utilizzati nelle stampanti, attrezzature mediche e altri dispositivi. Aggiunte alcune migliorie al file system, sulla gestione della memoria, sulla sicurezza e tanto altro. Il nuovo kernel integra inoltre Open vSwitch (http://is.gd/XarKcl), un sistema per gestire il traffico dei dati tra macchine virtuali.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: