le notizie che fanno testo, dal 2010

Banfi: aiutate Laura Antonelli vivere dignitosamente

Lino Banfi scrive al Ministro Sandro Bondi di aiutare l'attrice icona sexy degli anni settanta Laura Antonelli che vive con una pensione di 500 euro.

L'attore Lino Banfi scrive una lettera aperta sul Corriere della Sera indirizzata al Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi per lanciare un appello in favore dell'attrice Laura Antonelli.
Laura Antonelli, l'icona sexy degli anni settanta, è stata abbandonata dal mondo del cinema dopo che una plastica facciale gli sfigurò il viso. Da allora, l'attrice non ha più lavorato e non si è più fatta vedere in pubblico, sola a volte nella sua depressione. E vive con una pensione di poco più di 500 euro al mese e il sostegno della parrocchia.
Laura Antonelli, confidandosi con Lino Banfi, si è sfogata dicendo che anche se crede che non ha ancora molto da vivere, vorrebbe " vivere dignitosamente".
Pare che l'attrice non abbia più neanche quello che possedeva un tempo, come case e gioielli. "Tanti hanno abusato della mia bontà" ammette Laura Antonelli all'amico Banfi, "forse anche della mia fragilità e dicono che non sono capace di intendere e volere". E così si è rivolta a Lino chiedendogli di parlare con qualcuno: "tu sicuramente, amato da tutti, sarai ascoltato".
Pare che il Ministro sandro Bondi si sia immediatamente mosso e abbia chiesto di fare beneficiare Laura Antonelli delle provvidenze previste dalla "legge Bacchelli". L'attrice, dopo l'iniziativa di Lino Banfi, ringrazia ma esprime ancora una volta il suo desiderio di "essere dimenticata".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: