le notizie che fanno testo, dal 2010

Lindsay Lohan libera ma obbligata a pulire l'obitorio della Contea

Alla fine Lindsay Lohan sembra sempre cavarsela con poco. Condannata per il furto di una collana da 2.500 dollari, sconta solo 35 giorni di domiciliari. Unico obblico, i servizi sociali, che comprendono anche la pulizia dell'obitorio di L.A.

Alla fine Lindsay Lohan sembra sempre cavarsela con poco. Condannata per il furto di una collana da 2.500 dollari, i giudici di Los Angeles avevano stabilito per l'attrice 120 giorni di arresti domiciliari, che però Lindsay Lohan forse aveva scambiato come una vacanza, visto che qualche giorno fa era stata richiamata dal tribunale per aver organizzato in casa un party con tanto di amici, barbecue e alcol. Lindsay Lohan aveva però spiegato ai giudici, che le avevano ricordato che quando uno è ai domiciliari pùò ricevere al massimo una persona per volta, che in realtà al party aveva bevuto solo un tè di Kombucha. Non è noto se i giudici di L.A. si siano "bevuti" le scuse di Lindsay Lohan, fatto sta che hanno deciso di ridurle la pena a soli 35 giorni per "buona condotta". Lindsay Lohan è quindi libera di uscire di casa, senza braccialetto elettronico, e di tornare a fare quel che più le piace (pare che sia stata già pizzicata alticcia in un locale il giorno dopo la fine della detenzione ai domiciliari). Unico obbligo, concludere le 480 ore di servizi socialmente utili per la comunità, che comprendono un lavoro presso un'associazione che si occupa della difesa delle donne e la pulizia dell'obitorio della Contea. E c'è da scommetterci che i giornali di gossip sono già sul posto per carpire tutte le possibili (e imprevedibili) reazioni che potrebbe avere Lindsay Lohan nel frequentare un luogo così poco "allegro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: