le notizie che fanno testo, dal 2010

Lindsay Lohan: il giudice non è di X Factor. Il 23 prima udienza

Lindsay Lohan serena e in "minidress" si presenta in tribunale con un giudice che le ricorda di "rispettare la legge" e di non sfidare la fortuna che sino adesso l'ha accompagnata. L'avvocato svela la sua strategia difensiva. Lindsay è innocente, o colpevole "per poco".

Lindsay Lohan come vi avevamo già detto ("Lindsay Lohan accusata di furto. Inchiodata da video gioielleria" http://is.gd/XeJH8F) è finita di nuovo nelle maglie della giustizia e si è presentata in tribunale, come scrivono i giornali di gossip americani, in un "minidress" bianco. Il giudice, tanto per far capire all'attrice che non era un giudice di X Factor ma un giudice vero, ha fatto una ramanzina dove intimava alla Lohan di "non sfidare la sorte" visti i problemi precedenti dell'attrice. Lindsay Lohan da parte sua si è dimostrata serena respingendo ogni addebito, perché sente di non aver fatto niente di male. Ha pagato la sua cauzione di 20mila dollari e se ne è andata via, tornerà il 23 febbraio per la prima udienza. Intanto l'avvocato della Lohan, Shawn Holley, incomincia a preparare il terreno della difesa ed afferma che "la verità è che la signora Lohan non ha rubato nulla" e maliziosamente spiega: "Ma anche se fosse, mi sembra che l'accusa dovrebbe essere di 'petty theft' e non di 'grand theft' (la legge californiana distingue infatti tra piccolo furto e furto più importante dal valore dell'oggetto, cioè 950 dollari, ndr), sulla base del valore di mercato del bene (la collana, ndr)" e, per spiegarsi meglio, aggiunge: "Una manciata di carbone del valore di 5 dollari con un cartellino con scritto 2.500 dollari rimane sempre una manciata di carbone da 5 dollari". Sarà, ma anche un autografo originale di Lindsay Lohan, commercialmente, vale ben più della carta in cui è stato fatto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# furto# Lindsay Lohan# verità# video# X Factor