le notizie che fanno testo, dal 2010

Tripoli: scontri tra gruppi armati fedeli al governo, chiuso aereoporto

Due gruppi armati, entrambi fedeli al governo di Tripoli guidato da Fayez al-Sarraj, hanno ingaggiato una sparatoria nei pressi dell'aeroporto di Mitiga, che è stato chiuso.

Tensione alta a Tripoli dove dei gruppi armati questa mattina hanno ingaggiato delle sparatorie a Suq al-Jum'a, località situata a 5 chilometri dalla capitale della Libia.
Le autorità sono state quindi costrette a chiudere l'aeroporto militare di Mitiga, che si trova nella zona. La base aerea militare è diventata però scalo anche per i voli civili da quando, nel 2014, l'aeroporto internazionale è stato distrutto dai combattimenti.
I residenti nella periferia di Tripoli e intorno all'aeroporto sarebbero stati evacuati.

Lo scorso ottobre nella stessa area c'erano state sparatorie tra la Forza di dissuasione del Ministero degli Interni del governo di unità nazionale ed altri gruppi armati.
Gli scontri, come riferiscono i siti nordafricani, sarebbero scoppiati tra la brigata del distretto di Tagiura, una formazione fedele al governo di Tripoli, e la Special Deterrence Forces, altro gruppo affiliato all'amministrazione legittima guidata dal primo ministro Fayez al-Sarraj.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/01/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Tripoli: scontri tra gruppi armati fedeli al governo, chiuso aereoporto
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI