le notizie che fanno testo, dal 2010

Morte operai Bonatti rapiti in Libia: un indagato e perquisizioni a Parma

I Carabinieri dei Ros hanno eseguito diverse perquisizioni presso la Bonatti di Parma, la società in cui lavoravano Salvatore Failla e Fausto Piano, rimasti uccisi il 2 marzo scorso in Libia dopo che erano stati sequestrati con i colleghi Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, questi ultimi liberati.

Diverse perquisizioni sono in corso da questa mattina presso la Bonatti di Parma, la società di costruzioni in cui lavoravano Salvatore Failla e Fausto Piano, rimasti uccisi il 2 marzo scorso in Libia in circostanze ancora da chiarire durante un conflitto a fuoco, a seguito del loro sequestro. I due tecnici erano stati rapiti nel luglio del 2015 assieme ai colleghi Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, questi ultimi invece liberati.

Le perquisizioni sono state eseguite dai Carabinieri del Ros e disposte dalla Procura di Roma. Stando alle prime indiscrezioni, l'operation manager della società sarebbe indagato per omicidio colposo e violazione dell'articolo 2087 del codice civile sulla tutela delle condizioni di lavoro nell'ambito dell'inchiesta sul sequestro e sulla morte dei due tecnici della Bonatti.

© riproduzione riservata | online: | update: 19/10/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Morte operai Bonatti rapiti in Libia: un indagato e perquisizioni a Parma
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI