le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, trovato al-Megrahi. Ma CNT non consegnerà attentatore Lockerbie

In molti speravano che con la caduta del regime di Gheddafi, che sembra ormai prossimo, si sarebbe potuto riaprire il caso dell'attentato Lockerbie del 1988. Ma il CNT smorza gli entusiasmi del regno Unito, affermando che non consegneranno Abdelbaset al-Megrahi, unico condannato.

Dallo scoppio della guerra in Libia l'attentato Lockerbie del 1988, che causò la morte dei 259 passeggeri a bordo dell'aereo della Pan Am, in volo per gli Stati Uniti esploso nei pressi della cittadina scozzese, e di 11 persone a terra a causa dei rottami precipitati dal cielo, è tornato più volte agli onori della cronaca, poichè con la fine del regime di Gheddafi in molti speravano che si potesse fare definitivamente luce sulla tragedia. Prima un cablogramma di WikiLeaks, che rivelava come Gheddafi avesse minacciato "l'immediata cessazione di tutte le attività commerciali britanniche con la Libia, una diminuzione dei rapporti politici e dimostrazioni contro strutture britanniche" se Abdelbaset al-Megrahi, capo della sicurezza per Libyan Airways e ufficiale dell'intelligence libica, unico condannato all'ergastolo per l'attentato, non fosse stato rilasciato dalla prigione scozzese cui era detenuto per essere riconsegnato alla Libia. Cosa che poi avvenne nel 2009 (http://is.gd/x2DvM7). A conflitto libico iniziato, anche Mustafa Mohamed Abud Al Jeleil, ex ministro del rais, aveva confermato il fatto che fu Gheddafi a dare "l'ordine di Lockerbie", affermando di avere le prove di quanto stava rivelando (http://is.gd/iFs6jS). Ma la speranza di riaprire il caso, però, sembra allontanarsi dopo che il CNT (Comitato nazionale transitorio) avrebbe affermato che non ha nessuna intenzione di riconsegnare alle autorità scozzesi Abdelbaset al-Megrahi. "Noi non consegniamo cittadini libici, questo lo fa Gheddafi", sarebbe la giustificazione del CNT. Una presa di posizione che rischia, col tempo, di far incrinare i rapporti con il mondo occidentale, soprattutto se il CNT continuerà a far intendere di non voler consegnare Gheddafi, se e una volta catturato, alla Corte penale internazionale dell'Aia, perché sarebbe loro intenzione processarlo in patria. In queste ore, comunque, le agenzie di stampa diffondo la notizia che un reporter della CNN si direbbe certo di aver localizzato, in Libia, Abdelbaset al-Megrahi. L'inviato Nic Robertson lo avrebbe anche fotografato, ritraendo un uomo disteso su un letto con al volto una mascherina per l'ossigeno. Ciò andrebbe a confermare che l'attentatore di Lockerbie non sarebbe fuggito con il colonnello Gheddafi, forse proprio a causa delle sue presunte precarie condizioni di salute.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: