le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia: governo di Tripoli pensa di chiedere aiuto a forze internazionali

In Libia, le ultime news confermano che Tripoli e Bengasi sono ancora teatro di violenti scontri, con le milizie islamiste che "gestiscono tutto" da due anni, cioè dopo la caduta di Gheddafi. Il governo libico sta quindi valutando il ricorso a forze internazionali per ristabilire la sicurezza. Monsignor Giovanni Innocenzo Martinelli, vicario apostolico a Tripoli rivolge un appello per la pace.

Tripoli, capitale della Libia, è ancora teatro di violenti scontri, iniziati domenica scorsa tanto che l'aeroporto internazionale è stato chiuso. Il portavoce del governo libico, Ahmed Lamine, ha annunciato quindi di stare valutando il ricorso a forze internazionali per ristabilire la sicurezza, poiché l'obiettivo è "proteggere la popolazione civile e le ricchezze dello Stato e prevenire l'anarchia e l'instabilità e dare allo Stato la possibilità di costruire le sue istituzioni", tra cui efficienti forze militari e di polizia. Il governo ha inoltre annunciato la formazione di una commissione incaricata di aprire un negoziato fra i due gruppi armati rivali, di Zintan (cittadina della Libia occidentale) e di Misurata. Le milizie giunte da Zintan occuperebbero ancora oggi lo scalo aeroportuale di Tripoli, con le piste presidiate da uomini armati e pick-up attrezzati con lanciarazzi. Chiuso anche l'aeroporto di Begasi, dove è in corso un’offensiva armata contro Ansar al Sharia e altre milizie islamiste. Intervistato dall'agenzia di stampa Misna monsignor Giovanni Innocenzo Martinelli, vicario apostolico a Tripoli, rivela che tutte queste milizie, a due anni dalla caduta di Gheddafi, continuano a "gestire tutto". Martinelli però sottolinea: "La Libia è bloccata ma, con i suoi abitanti, resta in cerca della pace e di un equilibrio possibile. - aggiungendo - Rivolgo un appello affinché tutti preghino per la pace e i dirigenti politici e coloro che detengono il potere ricevano il dono della saggezza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Gheddafi# governo# Libia# militari# politici# teatro