le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia: caccia USA su Misurata e Tripoli. Gheddafi: vi sconfiggeremo

La guerra in Libia è iniziata. Dopo i primi raid aerei della Francia oggi anche gli Stati Uniti hanno cominciato l'attacco, utilizzando ben 19 aerei da guerra, compresi gli Stealth. Gheddafi si dice pronto ad una "guerra lunga e gloriosa".

La guerra in Libia è iniziata. Dopo i primi raid aerei della Francia oggi anche gli Stati Uniti hanno cominciato l'attacco, utilizzando ben 19 aerei da guerra, tra caccia e bombardieri, compresi gli Stealth, cioè quei velivoli impercettibili (o quasi) ai radar nemici, tanto che in molti ricordano che sarebbe iniziata la prima guerra firmata del Presidente Barack Obama, Premio Nobel della Pace.
Stando a quanto riporta l'Adnkronos, che cita fonti del Pentagono, gli aerei USA avrebbero già colpito, lanciando almeno una quarantina di bombe, la città di Misurata e qualche obiettivo anche a Tripoli. L'ammiraglio Mike Mullen, capo degli Stati Maggiori riuniti USA, spiegherebbe che l'operazione della coalizione internazionale "Odissey Dawn" (cioè Odissea all'alba) sta avendo successo, tanto che pare che l'avanzata verso Bengasi degli uomini di Gheddafi sarebbe stata fermata. Ma Gheddafi non sembra volersi arrendere, e in un messaggio audio alla Libia afferma di essere "pronto a una guerra lunga e gloriosa" dove "italiani, francesi, britannici e americani" saranno sconfitti, anche perché, spiega sempre il dittatore, "vogliono solo il petrolio". Ma Muammar Gheddafi è categorico, il petrolio rimarrà alla Libia e queste nazioni cadranno come i loro capi di Stato e di governo. "Farete la fine di Hitler e Mussolini. Vi faranno cadere i vostri popoli. Questa è un'aggressione, ma noi vi sconfiggeremo" conclude Gheddafi. Il dittatore libico afferma inoltre che gli attacchi degli occidentali avrebbero colpito anche la popolazione civile, compreso un ospedale, ma come spesso accade in guerra sarà sempre più difficile sapere la verità, perché è la prima a cadere durante i conflitti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: