le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia: Tornado italiani su Misurata. Sarà NATO a dirci se bombardano

Sono partiti i primi due Tornado, caccia italiani, diretti in Libia, anche per bombardare. "L'ordine di ingaggio" prevedeva una missione operativa a Misurata ma finora non è dato sapere se abbiano bombardato o meno. Sarà infatti la NATO a darci le informazioni sui nostri caccia.

Sono partiti i primi due Tornado, caccia italiani, diretti in Libia, anche per bombardare. "L'ordine di ingaggio" prevedeva una missione operativa a Misurata, città simbolo degli insorti e pare da ormai diverse settimane assediata dalle forze fedeli del colonnello Gheddafi. Per ora non è dato sapere se i due Tornado abbiano bombardato o meno, perché le comunicazioni sono state assunte dalla NATO. "Ieri sono stati forniti gli assetti aerei alla NATO e sarà eventualmente sempre la NATO a dare informazioni sulle missioni" spiegava il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. L'Italia, quindi, rimane in attesa di avere informazioni dalla NATO sui nostri caccia. Informazioni che qualcuno, forse, potrebbe dire siano "di seconda mano", anche perché, stando a quanto riporta repubblica.it, la base militare di Trapani Birgi, dove sono schierati i quattro Tornado e i quattro Eurofighter messi a disposizione per la guerra libica, è off-limits sia a giornalisti che a teleoperatori. Il 19 marzo scorso, invece, quando iniziò l'operazione "Odissey Dawn" e l'Italia mise a disposizioni le sue basi, i giornalisti erano stati accreditati.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: