le notizie che fanno testo, dal 2010

Libano: autobomba esplode a Beirut, ucciso ex ministro. 15 le vittime

Esplode una bomba al centro di Beirut, in Libano. L'attentato avrebbe causto almeno 15 morti, tra cui l'ex ministro libanese delle Finanze Mohammed Shattah, attuale consigliere del premier Saad al Hariri ed esponente del movimento al Mustaqbal (Il Futuro).

Una autobomba è esplosa al centro di Beirut (Libano), vicino all'albergo Four Seasons. Per il momento, è ancora troppo presto per avere un bilancio definitivo di morti o feriti, anche se già si parla di almeno 15 vittime. Stando a quanto riporta la tv libanese, l'esplosione sarebbe avvenuta non distante dall'ufficio del primo ministro libanese, nella zona dove il 14 febbraio del 2005 venne ucciso, sempre in un attentato, l'allora premier Rafiq Hariri. Secondo l'agenzia di stampa Nna, l'esplosione avrebbe ucciso l'ex ministro libanese delle Finanze Mohammed Shattah, attuale consigliere del premier Saad al Hariri ed esponente del movimento al Mustaqbal (Il Futuro). Stando alle prime informazioni, proprio l'ex ministro sarebbe stato l'obiettivo dell'attentato, poiché si sarebbe trovato, al momento dello scoppio dell'autobomba, in macchina, diretto verso una riunione della Coalizione denominata del "14 marzo", ostile al regime siriano di Bashar al-Assad.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# attentato# Bashar al-Assad# Libano# premier