le notizie che fanno testo, dal 2010

Mattoncini Lego: la UE non gli dà l'esclusiva

La Lego ha provato a far registrare come marchio comunitario il suo mattoncino colorato ma la Corte di giustizia UE stabilisce che la Lego non ha l'esclusiva sulla vendita dei mattoncini in plastica.

La Lego ha provato a far registrare come marchio comunitario il suo mattoncino, quello classico di tanti colori che ogni bambino nato almeno fino agli anni '80 usava per realizzare nella realtà i propri castelli in aria.
La prima domanda di registrazione del marchio la Lego l'aveva presentata nel 1996, nella speranza di evitare di vedere in commercio mattoncini simili ai suoi.
Un concorrente fa subito ricorso a tale domanda di registrazione ottenendone l'annullamento. Da allora un via vai di ricorsi e controricorsi, fino all'ultima sentenza arrivata ieri dalla Corte di giustizia UE del Lussemburgo che stabilisce che la Lego non ha l'esclusiva sulla vendita dei mattoncini in plastica in quanto "si tratta di un segno costituito esclusivamente dalla forma del prodotto necessaria per ottenere un risultato tecnico".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Lego# Lussemburgo# plastica# UE