le notizie che fanno testo, dal 2010

Riscatto Greta e Vanessa: responsabilità Palazzo Chigi?

"Siamo passati dal 'sono totali illazioni' del ministro Gentiloni di mesi fa, al 'sono congetture di fonti da verificare' del ministro Boschi: una parziale, ma significativa marcia indietro, che di fatto il porta il governo a vacillare sulle scomode verità della vicenda delle due false cooperanti" Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, dalla Lega Nord un comunicato di Gianluca Pini.

"Siamo passati dal 'sono totali illazioni' del ministro Paolo Gentiloni di mesi fa, al 'sono congetture di fonti da verificare' del ministro Maria Elena Boschi: una parziale, ma significativa marcia indietro, che di fatto il porta il governo a vacillare sulle scomode verità della vicenda delle due false cooperanti" osserva il parlamentare della Lega Nord Gianluca Pini in merito al presunto riscatto da 11 milioni pagato per la liberazione di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, rapite in Siria nel luglio 2014.
"A questo punto - prosegue l'esponente del Carroccio - riteniamo sia doveroso un passaggio alla Procura di Roma perché svolga delle indagini puntuali visto che il governo non intende rispondere chiaramente. L'imbarazzo provato dal ministro Boschi nel leggere una nota preparata dalle amministrazioni evidenzia che qualcosa di vero in tutta la vicenda c'è. Non a caso il ministro ha citato il Copasir, richiamando di fatto non tanto una responsabilità del ministero degli Esteri quanto una volontà diretta di Palazzo Chigi che gestisce i Servizi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: