le notizie che fanno testo, dal 2010

Lega Nord: inaccettabile corso rumeno a scuola. MIUR intervenga

"Ormai siamo alla follia. Invece di insegnare agli immigrati nelle nostre scuole la storia, la cultura e le leggi del nostro paese si costringono i nostri bambini a imparare lingue e culture di chi arriva da noi", così in un comunicato Massimiliano Fedriga, parlamentare della Lega Nord, sul caso delle due scuole di Ladispoli dove la lingua rumena sarebbe diventata materia obbligatoria.

"Ormai siamo alla follia. Invece di insegnare agli immigrati nelle nostre scuole la storia, la cultura e le leggi del nostro paese si costringono i nostri bambini a imparare lingue e culture di chi arriva da noi. Lingua, cultura e civiltà romena" denuncia il capogruppo alla Camera della Lega Nord Massimiliano Fedriga, invitando il ministero dell'Istruzione ad inviare "immediatamente gli ispettori scolastici in questi due istituti per verificare la veridicità di questo scempio e, nel caso, interrompa immediatamente questo vero e proprio sfregio nei confronti della nostra cultura e dei nostri figli. - concludendo - È inaccettabile strumentalizzare la scuola e i bambini per portare avanti pericolose ideologie e battaglie politiche." Il parlamentare del Carroccio fa riferimento al caso di due scuole di Ladispoli, dove la lingua rumena sarebbe diventata materia obbligatoria visto che sul litorale laziale il 20% della popolazione proviene dall'Est Europa. Tutti gli studenti seguirebbero il corso "Lingua, cultura e civiltà romena" per un'ora a settimana e il progetto sarebbe finanziato dal governo della Romania.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: