le notizie che fanno testo, dal 2010

Lega Nord, Guidesi: governo crea debito per coprire le 'sparate' di Renzi

"Sedici miliardi 'ballano' sul bilancio dello Stato. Il governo punta a ottenere flessibilità da Bruxelles per fare nuovo debito. Come nella prima Repubblica: per finanziare le sue campagne elettorali Renzi l'unica cosa che sta rottamando è il futuro dei nostri figli", così in Aula Guido Guidesi, parlamentare della Lega Nord.

"Sedici miliardi 'ballano' sul bilancio dello Stato. Il governo punta a ottenere flessibilità da Bruxelles per fare nuovo debito. Come nella prima Repubblica: per finanziare le sue campagne elettorali Matteo Renzi l'unica cosa che sta rottamando è il futuro dei nostri figli. Con la legge di stabilità il governo dovrà trovare 12 miliardi per scongiurare l'aumento dell'IVA rispetto alle clausole di salvaguardia e 4 miliardi per coprire l'annunciato taglio di IMU e Tasi: 16 miliardi che forse arriveranno dalla solita negoziazione con Bruxelles sulla flessibilità del deficit, che mostra la mancanza di solidità di un bilancio dello Stato colabrodo" osserva Guido Guidesi, deputato della Lega Nord, intervenendo in Aula sul rendiconto 2014 dello Stato e sull'assestamento 2015.
L'esponente del Carroccio quindi denuncia: "La spesa pubblica è aumentata, la revisione della spesa rimane un'eterna sconosciuta. La prospettiva indicata è fatta solo di tagli agli enti locali, alle Regioni e di aumenti di tasse, magari tagliando dedicazioni e detrazioni. - ed aggiunge - La Lega chiede un confronto d'urgenza serio su: stop ai vincoli del patto di stabilità, flat tax, cancellazione degli studi di settore, superamento dell'infame legge Fornero, privatizzazioni, trasparenza su costi del business immigrazione e sul piano di rientro del Comune di Roma, che ci risulta non rispettato".
Guidesi conclude: "Siamo stanchi di un governo che tira a campare e che crea debito per coprire le 'sparate' di Renzi, scaricando sulle nuove generazioni un fardello di bilancio che graverà per l'eternità sulla testa dei nostri giovani. Giovani che già pagheranno i cambiamenti identitari e culturali conseguenti agli svuotacarceri, alle depenalizzazioni dei reati e al favoreggiamento dell'invasione immigratoria".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: