le notizie che fanno testo, dal 2010

Fedriga (Lega Nord): su adozioni gay sollevare conflitto attribuzione

"Vendola compra un utero, il tribunale di Roma riconosce un'adozione a una coppia di lesbiche, per queste aberrazioni ringraziamo Renzi, Alfano e la Boldrini pronti ad approvare una legge scempio che vuole sotterrare la famiglia", comunica in una nota Massimiliano Fedriga, parlamentare della Lega Nord.

"Nichi Vendola compra un utero - denuncia Massimiliano Fedriga in un comunicato -, il tribunale di Roma riconosce un'adozione a una coppia di lesbiche, per queste aberrazioni ringraziamo Matteo Renzi, Angelino Alfano e Laura Boldrini pronti ad approvare una legge scempio che vuole sotterrare la famiglia".
"La sentenza del tribunale dei minori è la prova che la norma sulle unioni civili è una legge truffa che il governo e i parlamentari di maggioranza hanno consegnato nelle mani dei giudici che apriranno la strada a utero in affitto e adozioni gay. - avverte l'esponente della Lega Nord - Questi personaggetti di governo, e mi riferisco a Renzi e Alfano, non hanno il coraggio di scrivere la norma perché i cittadini sono contrari e allora hanno scritto questa legge truffa per far passare queste porcate dai tribunali. Il presidente Boldrini intervenga subito. Non può essere un tribunale a decidere, è la politica che deve garantire senza se e senza ma il diritto dei bambini di crescere all'interno di una famiglia naturale. Nessuno può togliere a dei bambini il sacrosanto diritto di avere una mamma e un papà. Chi pagherà per la loro possibile infelicità? Questi bambini, questi ragazzi saranno sulla coscienza di questo governo indegno, incapace persino di tutelare ciò che c'è già e cioè la cultura millenaria di questo paese che si fonda su radici precise, generate all'interno della famiglia naturale."

© riproduzione riservata | online: | update: 02/03/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fedriga (Lega Nord): su adozioni gay sollevare conflitto attribuzione
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI