le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl concorrenza, Busin (Lega Nord): governo ascolta solo le lobby

"In questo provvedimento è sfuggita al governo l'idea che il cambiamento del quadro normativo sul mercato e la concorrenza abbia per fine ultimo quello di salvaguardare il consumatore. La linea del governo è sembrata influenzata dagli interessi di categorie dotate di potenti mezzi persuasivi", spiega in una nota il parlamentare del Carroccio Filippo Busin.

"In questo provvedimento è sfuggita al governo l'idea che il cambiamento del quadro normativo sul mercato e la concorrenza abbia per fine ultimo quello di salvaguardare il consumatore. La linea del governo è sembrata influenzata da un lato dagli interessi di categorie dotate di potenti mezzi persuasivi - denuncia Filippo Busin, deputato della Lega Nord -, e dall'altro da modelli teorici non coerenti con la realtà che se applicati rischiano di creare danni irreversibili sia al nostro sistema produttivo che al consumatore.
L'esponente del Carroccio prosegue: "Nel settore dell'energia e in quello bancario e assicurativo le offerte sono di una complessità tale da renderle il più delle volte incomprensibili. Anche sul fronte fiscale il governo non ha fatto nulla per semplificare e rendere intellegibili le offerte. - aggiungendo - Avrebbe potuto accogliere la nostra proposta che vietava la pratica purtroppo diffusa di introdurre attraverso escamotage giuridici e burocratici oneri impropri a carico del cliente, ma non l'ha fatto. Avevamo chiesto anche di alzare il limite del contante, che è penalizzante per le nostre aziende, ma anche qui l'esecutivo si è dimostrato sordo alle nostre richieste".
Busin conclude: "Purtroppo, ancora una volta, il governo si è dimostrato più sensibile alle pressioni lobbistiche che ai bisogni primari delle fasce più deboli della popolazione."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: