le notizie che fanno testo, dal 2010

Cop21, Arrigoni (Lega Nord): Renzi pensi prima a inquinamento dell'Italia

"Mentre Matteo Renzi era impegnato nella solita passerella a Parigi, dove ci si preoccupa dell'aumento della temperatura media globale del Pianeta per effetto delle emissioni di CO2, l'Agenzia europea dell'ambiente denunciava il fatto che l'Italia è il Paese dell'Unione europea che segna il record del numero di morti premature", spiega in un comunicato Paolo Arrigoni, parlamentare della Lega.

"Mentre Matteo Renzi era impegnato nella solita passerella a Parigi, dove ci si preoccupa dell'aumento della temperatura media globale del Pianeta per effetto delle emissioni di CO2, l'Agenzia europea dell'ambiente denunciava il fatto che l'Italia è il Paese dell'Unione europea che segna il record del numero di morti premature, rispetto alla normale aspettativa di vita, per l'inquinamento dell'aria" ricorda in una nota Paolo Arrigoni, esponente della Lega Nord, il quale sottolinea che "l'area più colpita in Italia dal problema delle micro polveri si conferma quella della Pianura padana, con Brescia, Monza, Milano e anche Torino".
"Un governo serio, invece di promettere un piano di investimenti per i cambiamenti climatici di quattro miliardi che ancora non si sa dove troverà, dovrebbe bloccare subito - sottolinea Arrigoni - tutte le iniziative volte a peggiorare la situazione e dunque anche quelle contenute nel decreto-legge recante misure urgenti per interventi per il territorio, che prevede lo smaltimento al Nord delle montagne di ecoballe accumulate in Campania e, nel frattempo, avviare l'immediata verifica del problema da parte dell'Istituto superiore di sanità. Non è inoltre più tollerabile un rinvio del piano sulla qualità dell'aria che la Lega reclama da anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: