le notizie che fanno testo, dal 2010

Consiglio UE, Fedriga (Lega Nord): Renzi non sa di cosa parla

"Il presidente del Consiglio ha svilito per l'ennesima volta la dignità dell'Aula e l'intelligenza dei parlamentari con la sua follia di potere e onnipotenza che dimostra ogni volta che interviene alla Camera. Ormai iniziamo a essere compassionevoli nei confronti di un uomo che non sa di cosa stia parlando", dal Carroccio la posizione di Massimiliano Fedriga sulle omunicazioni alle Camere di MAtteo Renzi in vista del Consiglio UE.

"Il presidente del Consiglio ha svilito per l'ennesima volta la dignità dell'Aula e l'intelligenza dei parlamentari con la sua follia di potere e onnipotenza che dimostra ogni volta che interviene alla Camera" afferma il capogruppo della Lega Nord alla Camera Massimiliano Fedriga commentando l'intervento del premier in merito alle sue comunicazioni alle Camere in vista del Consiglio UE in programma domani.
"Ormai iniziamo a essere compassionevoli nei confronti di un uomo che non sa di cosa stia parlando. - prosegue il leghista - Oggi Matteo Renzi è venuto a proporci la grande alleanza con la Turchia, un paese che sta portando avanti una politica nebulosa rispetto alla vicinanza con l'estremismo dell'ISIS. E malgrado quello che ha provato a venderci il governo, nessun altro paese europeo ha utilizzato la politica dalle porte aperte a tutti che sta realizzando questo esecutivo. Al contrario, l'Europa ci sta dicendo che i confini vanno difesi e che bisogna effettuare i rimpatri forzosi per i clandestini". L'esponente del Carroccio chiede quindi "al presidente del Consiglio, quando viene in Aula, di finirla con i suoi tristi spot, perché quando si traducono in difficoltà concrete per i nostri cittadini non c'è più niente da ridere".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: