le notizie che fanno testo, dal 2010

Aiart: dietro pornografia della morte a Le Iene c'è propaganda ideologica

L'Aiart denuncia il "dannoso tentativo di banalizzare la morte" da parte del programma "Le Iene Show" condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari ipotizzando che "dietro questa pornografia della morte" sembra esserci "una propaganda ideologica che vuol passare l'eutanasia come una scelta di libertà e non come distorta accettazione della malattia e come disprezzo della vita".

L'Aiart denuncia il "dannoso tentativo di banalizzare la morte" da parte del programma "Le Iene Show" condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari. In una nota Luca Borgomeo, presidente dell'associazione di telespettatori cattolici Aiart, riassume i servizi andati in onda nella puntata de Le Iene del 23 novembre: "In primis il reportage, delle 21.30 circa, sui terroristi ISIS corredato da scene di uccisione; nel secondo caso un servizio sull'eutanasia che ha mischiato, in una confusione volutamente strategica, il suicidio volontario con le cure palliative per malati terminali". L'Aiart sottolinea quindi: "Le Iene sappiano che fare ascolti con la morte, facendo passare tutto come un servizio di pubblica utilità, è vergognoso". Borgomeo ipotizza infatti che "dietro questa pornografia della morte" sembra esserci "una propaganda ideologica che vuol passare l'eutanasia come una scelta di libertà e non come distorta accettazione della malattia e come disprezzo della vita".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: