le notizie che fanno testo, dal 2010

Serie A, Rocchi mantiene in scia la Lazio: 3-0 al Novara e -4 da Juve

La Lazio non sbaglia e porta a casa un 3 a 0 nel "monday night" valevole per 14esima giornata di Serie A. Un gol di Biava e una doppietta del capitano Tommaso Rocchi permettono ai biancocelesti di rimanere al quarto posto in classifica e in scia con il terzetto di testa Juve-Milan-Udinese. Unico deluso della partita è Cissé che, entrato a 10' dal termine, ha colpito un palo e perso l'occasione di tornare al gol dopo più di due mesi.

Se alla vigilia Edy Reja era preoccupato della insufficiente vena realizzativa della sua Lazio, oggi avrà più di un motivo per sorridere. Anzi tre, per la precisione. Sono i gol che i biancocelesti hanno inflitto al Novara nel posticipo del lunedì valevole per la 14esima giornata di Serie A. La gioia del tecnico di Lucinico sta nell'aver ritrovato la vittoria dopo le ultime tre gare un po' in ombra e, soprattutto, nel rimanere in scia con il terzetto di testa Juve-Milan-Udinese, con la Lazio che si trova ora a 25 punti in classifica, quattro in meno dalla capolista Juventus. Nella serata dell'Olimpico l'unico a non sorridere è Djibril Cissé che, entrato solo alla mezz'ora della ripresa, ha visto il suo capitano Tommaso Rocchi andare a segno per due volte, dopo il gol iniziale di Biava. Il francese è stato poi sfortunato al 40' quando ha colpito un palo, rimandando ancora una volta l'appuntamento con il gol che manca ormai da più di due mesi. Assieme all'attaccante veneziano Reja decide di schierare il solito Klose con Hernanes a supporto, mentre a centrocampo c'è spazio per Ledesma che torna titolare e prende in mano il gioco della Lazio. I biancocelesti sembrano infatti un'altra squadra rispetto a quella vista in Romania giovedì scorso, e sbloccano il risultato già al 15'. Il gol dell'1 a 0 è per buona parte merito del portiere del Novara Ujkani che sbaglia l'uscita sul calcio d'angolo di Hernanes, permettendo a Biava di segnare di testa e sbloccare la gara. Il secondo gol della Lazio arriva al 23', sempre da calcio piazzato. La punizione battuta da Ledesma dalla destra trova la testa di Rocchi che colpisce e insacca alle spalle del portiere del Novara. L'unica occasione che la squadra di Attilio Tesser riesce a creare arriva al 32' con un colpo di testa di Pablo Granoche, ma il portiere laziale Marchetti è bravo a bloccare. Nella ripresa i tifosi biancocelesti attendono solo il gol del loro nuovo idolo Miroslav Klose, ma il tedesco conferma il suo "momento no" arrivando da solo davanti a Ujkani, saltandolo in velocità ma sbagliando clamorosamente a porta vuota. Chi invece non perdona è il solito Rocchi che firma la doppietta personale al 72' con un bel inserimento in area che sorprende Ujkani. Poco dopo aver segnato il 3 a 0 Reja decide di regalare la standing ovation al capitano laziale, inserendo al suo posto Cissé. Nei pochi minuti a disposizione il francese riesce a costruirsi un'occasione, ma il suo tiro si infrange incredibilmente sul palo al 40'. Il risultato finale premia una Lazio che dimostra di non voler perdere punti importanti, candidandosi ufficialmente come quarta forza del campionato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: