le notizie che fanno testo, dal 2010

Serie A: Lazio, Klose stende il Lecce. Cosmi: "Noi più occasioni"

La Lazio ha battuto 3-2 il Lecce nell'anticipo pomeridiano della 15esima giornata di Serie A, conquistando il temporaneo secondo posto in classifica. Miroslav Klose è stato assuluto protagonista con una doppietta e un assist che hanno affondato un buon Lecce capace di tenere fino al 42'. Serse Cosmi, alla prima panchina in giallorosso, ha commentato: "Meglio di così non potevamo fare".

Miroslav Klose è sempre più simbolo di questa Lazio. L'attaccante biancoceleste ha praticamente affondato da solo il Lecce al Via del Mare, nel match valido per l'anticipo della 15esima giornata di Serie A, regalando alla Lazio il secondo posto in classifica in attesa delle partite di oggi di Milan e Udinese. Gli uomini di Edy Reja vincono 3-2 con una doppietta di Klose e un gol di Cana scaturito proprio dall'assist dell'ex Bayern Monaco. Dall'altra parte c'è stato un Lecce capace di reggere sul 2-2 fino al 42' (gol di Di Michele e Ferrario) sulle ali del nuovo allenatore Serse Cosmi al debutto con i giallorossi. Unica nota stonata per la Lazio è il problema muscolare al portiere Federico Marchetti che ha dovuto lasciare il campo nella ripresa, dopo aver già subito i due gol che hanno fermato la sua imbattibilità in trasferta (fermata a 439'). E' infatti il rientrante Di Michele ad aprire le marcature per il Lecce, scattando al 12' sul filo del fuorigioco e guadagnandosi un calcio di rigore su fallo in uscita proprio dell'estremo difensore laziale. Lo stesso fantasista giallorosso si incarica della battuta dal dischetto e non sbaglia, portando la sua squadra sull'1-0. La Lazio, con Klose e Rocchi in attacco e Cissé nuovamente escluso, prova a rimettere le cose a posto e ci riesce al 27' su azione da calcio d'angolo. Diakitè salta più in alto di tutti, ma è Klose a insaccare in scivolata per l'1-1. La reazione leccese è affidata al giovane Muriel, già protagonista di altre buone iniziative, che si trova a tu per tu con Marchetti ma sbaglia calciando a lato con il sinistro. Nella ripresa Reja decide di dare spazio a Cissè e Cana al posto di Rocchi e Biava. Ed è proprio l'albanese al 47' a portare avanti la Lazio, grazie all'assist "al bacio" di Klose che lo lancia in porta per il 2-1 laziale. Il Lecce non molla e trova il pareggio al 14' sugli sviluppi di una punizione battuta da Olivera che trova un paio di deviazioni e poi l'assist vincente di Muriel per Ferrario che insacca di testa per il suo primo gol in giallorosso. Il Lecce gioca bene e al 38' è di nuovo Di Michele a rendersi pericoloso di fronte a Carrizo (al posto di Marchetti, uscito per infortunio), ma il suo pallonetto si spegne oltre la traversa. Ma quando sembra finita arriva la "zampata" del campione che, per l'occasione, si tramuta in un colpo di testa di Klose che sfrutta al meglio un cross di Cissè dalla destra. Benassi è battuto per la terza volta e il Lecce deve alzare bandiera bianca nonostante la buona gara con Serse Cosmi per la prima volta in panchina: "Meglio di così non potevamo fare - ha commentato il tecnico perugino al termine dell'incontro - per corsa, impegno e anche qualità". "Abbiamo avuto più occasioni noi della Lazio" ha poi precisato, dando merito soprattutto a un Klose "stratosferico" che ha trascinato i biancocelesti. Con questa vittoria gli uomini di Reja allungano l'imbattibilità in trasferta (5 vittorie e 2 pareggi) e conquistano la seconda vittoria consecutiva.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: