le notizie che fanno testo, dal 2010

Rifiuti: "nel 2017 incendi raddoppiati ma 50% inchieste senza colpevoli"

Laura Puppato del PD sul problema degli incendi nelle discariche.

"Come commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti abbiamo verificato che il 20% degli incendi negli impianti di trattamento dei rifiuti e nelle discariche è doloso. Un dato che conferma i sospetti che mi hanno portata a chiedere e sostenere l'inchiesta. Ma la notizia più preoccupante è che nel 2017 i roghi di rifiuti sono stati il doppio di quelli nel 2016: c'è un'emergenza e bisogna intervenire subito. - spiega in un comunicato la senatrice del Partito Democratico Laura Puppato - Perché è evidente che di fronte alle norme sul trattamento e sullo smaltimento più stringenti previste dalla legge sugli Ecoreati e lo stop della Cina all'importazione, sui rifiuti la via di fuga illecita e non onerosa sta diventando sempre più il fuoco."

"Il legislatore, le regioni, le Arpa, i Vigili del Fuoco, i Noe, la Guardia di Finanza e le stesse procure devono condividere un impegno preciso di prevenzione e repressione, anche attraverso la diffusione di protocolli investigativi e delle migliori prassi nell'esercizio dell'azione penale. I controlli devono essere puntuali e devono riguardare la certificazione antincendio, la valutazione del rischio e la regolarità amministrativa, nonché la situazione societaria. Oggi il 50% delle inchieste si chiudono senza colpevoli, mentre è chiaro che di fronte alle carenze dell'impiantistica e all'impossibilità di ricorrere allo smaltimento illegale, imprenditori senza scrupoli ricorrono agli incendi, i quali costituiscono un danno sanitario ed ambientale molto grave. E l'economia circolare dei rifiuti può diventare un'utopia. Indispensabile una reazione immediata e coordinata" espone in conclusione.

© riproduzione riservata | online: | update: 18/01/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Rifiuti: "nel 2017 incendi raddoppiati ma 50% inchieste senza colpevoli"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI