le notizie che fanno testo, dal 2010

No a legge contro le moschee in Veneto: kamikaze si annidano in periferie, dice Puppato (PD)

"La legge regionale contro le moschee voluta da Luca Zaia e approvata dalla maggioranza nel Consiglio della nostra Regione propone uno scontro di religioni in salsa veneta, che dobbiamo rifiutare con forza e che è anche controproducente", rende noto Laura Puppato, senatrice PD.

"La legge regionale contro le moschee voluta da Luca Zaia e approvata dalla maggioranza nel Consiglio della nostra Regione propone uno scontro di religioni in salsa veneta - afferma in una nota Laura Puppato, parlamentare del PD -, che dobbiamo rifiutare con forza e che è anche controproducente. Presenterò un'interrogazione per sollevare la questione del conflitto di competenze tra governo e Regione Veneto in materia di diritti fondamentali, quali quelli religiosi."
"Una legge regionale che di fatto impedisce la costruzione di nuove moschee è un grave errore. - sostiene la senatrice - Non è bastato l'appello di monsignor Moraglia, patriarca di Venezia, a non usare l'urbanistica come strumento di segregazione, come ai tempi del ghetto. Le moschee sono tra i luoghi più controllati, oggi tra i più attivi promotori di pace e relazioni sociali, inoltre tra i meglio conosciuti dai Carabinieri e dalla Digos. Gli imam in Italia collaborano attivamente con le nostre forze di polizia. E' chiaro dunque che il nemico si annida altrove, nelle periferie non controllate e consegnate alla malavita che si trasformano in fonti di kamikaze in nome di Allah".
"Marginalizzare le moschee e gli islamici fa il gioco dei violenti e non gioca a favore della sicurezza dei cittadini italiani, come pretende la Lega, ma il contrario esatto. - conclude - In più, per il legislatore così come per i cittadini di qualunque credo politico, l'unico vangelo laico deve essere la Costituzione, che prescrive il pieno rispetto dei diritti fondamentali degli individui, come quelli religiosi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: