le notizie che fanno testo, dal 2010

Dopo ratifica accordo Parigi varare un Green Act, dice Puppato (PD)

Laura Puppato, senatrice PD, chiede al governo di varare un 'Green Act' sulla scia dell'accordo di Parigi.

"Con la ratifica definitiva dell'accordo Cop21 di Parigi per la riduzione della Co2 al 2030 - illustra in una nota Laura Puppato, senatrice PD -, nonostante i ritardi l'Italia raggiunge un traguardo fondamentale e si pone tra i paesi contraenti, per l'entrata in vigore a novembre. Dobbiamo però evitare di crogiolarci sui successi nel campo delle rinnovabili (siamo il primo paese al mondo sul fotovoltaico) e sulle riduzioni delle emissioni nel settore industriale (siamo tra i primi in Europa per basse emissioni e consumo di fonti fossili ogni milione di PIL prodotto) ed essere chiari: la sfida obbliga a varare al più presto un 'Green Act', per raggiungere obiettivi più ambiziosi, puntando soprattutto sui settori in cui siamo più indietro, ovvero la mobilità e l'efficienza energetica degli edifici e delle città."

"Attraverso le misure dei 'superammortamenti' il governo Renzi è intervenuto in modo efficace per aumentare l'efficienza energetica e l'innovazione del settore industriale. Molto invece resta da fare sulla mobilità locale e interregionale e per potenziare il trasporto su ferro - segnala infine l'esponente dem -, tema caro al ministro Graziano Delrio che ha messo in cantiere progetti rilevanti. E tanto bisogna lavorare sugli edifici e sulle città. Gli ecobonus hanno funzionato ed è positivo che verranno confermati ed estesi ai condomini. Ma per fare delle città vere smart city è necessario lavorare ad una strategia. Questi temi devono rientrare in un 'Green Act' quanto mai urgente, anche per coordinare i diversi interventi dell'esecutivo."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: