le notizie che fanno testo, dal 2010

Ricerca e cultura: le armi del governo contro la mancata crescita, dice Garavini (PD)

Laura Garavini del PD chiede di investire nella ricerca.

"Il Centro internazionale di ricerca, CERN, è la dimostrazione di come l'Europa unita sia molto di più che un insieme di burocrati e di regole inutili. - afferma in un comunicato la parlamentare del PD Laura Garavini - Se gli europei si mettono insieme possono essere un' avanguardia scientifica a livello mondiale. E' proprio questa la strada da percorrere per fare riguadagnare credito all'Europa presso i propri cittadini. La ricerca e la cultura sono armi infallibili contro la mancata crescita, perché solo innovando si può concorrere rispetto a giganti come gli Stati Uniti e la Cina. Altri partner europei lo sanno, e negli ultimi anni hanno investito una parte consistente del loro PIL in ricerca."

"Da due anni e mezzo a questa parte anche in Italia, attraverso il governo Renzi, si inizia finalmente a dedicare la giusta attenzione alla ricerca scientifica, - sostiene la deputata - anche in termini economici. Lo dimostrano le risorse stanziate nella scorsa legge di stabilità e l'impegno assunto dal governo di trasformare l'area dell'Expo, recentemente conclusasi a Milano, in un centro di ricerca di eccellenza, anche grazie al coinvolgimento di grandi aziende."
"Io stessa mi sono resa promotrice di una proposta di Legge, 'Prime', che intende promuovere l'internazionalizzazione del nostro sistema universitario attraverso l'istituzione di un'agenzia indipendente incaricata di gestire i fondi destinati alla ricerca scientifica in base a criteri di meritocrazia" ricorda infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: