le notizie che fanno testo, dal 2010

Brexit acceleri processi di integrazione europea, chiede Garavini (PD)

"Un giorno buio. Per la Gran Bretagna e per l'Europa. Senza gettare alle ortiche il più grande risultato conseguito nell'ultimo secolo ma, anzi, cercando di accelerare i processi di integrazione europea, ancora più convintamente di quanto non sia successo fino ad oggi", espone in un comunicato Laura Garavini del Partito Democratico.

"Un giorno buio. Per la Gran Bretagna e per l'Europa. Condivido lo sgomento - diffonde in una nota l'esponente del PD Laura Garavini -, la preoccupazione e la tristezza dei tanti italiani in Gran Bretagna che vivono la decisione dell'uscita dall'Europa come una lacerante rottura personale. A maggior ragione sono belle ed incoraggianti le parole del neo eletto sindaco di Londra, Sadiq Khan, che a poche ore dall'esito del voto ha rivolto un messaggio ai circa un milione di cittadini europei residenti a Londra, confermando loro quanto siano benvenuti e come la citta di Londra ne apprezzi il lavoro ed il contributo alla vita civile e culturale."

"La sconfitta del 'Remain' al referendum e la conseguente uscita della Gran Bretagna dall'Europa - prosegue in ultimo la deputata -, apre una fase molto complicata e non priva di dure conseguenze, con l'esaltazione di diverse forze populiste antieuropee che già preannunciano analoghi referendum in giro per l'Europa: in Olanda, in Francia, in Danimarca".
"Ora è molto importante tenere i nervi saldi. - chiarisce infine la parlamentare - Senza gettare alle ortiche il più grande risultato conseguito nell'ultimo secolo ma, anzi, cercando di accelerare i processi di integrazione europea, ancora più convintamente di quanto non sia successo fino ad oggi. Anche se, inevitabilmente, si dovrà operare in una Europa più piccola e a due velocità."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: