le notizie che fanno testo, dal 2010

Sappada in Friuli: primo ok in Senato. Fasiolo (PD): non sarà effetto domino

Laura Fasiolo del PD sull'annessione del Comune di Sappada al Friuli Venezia Giulia.

"Con l'approvazione in prima lettura del disegno di legge che prevede il distacco del Comune di Sappada dal Veneto e la sua aggregazione al Friuli Venezia Giulia - riferisce in una nota la senatrice del Partito Democratico Laura Fasiolo -, diamo risposta positiva a un sentimento diffuso e condiviso di una comunità manifestatosi già nel 2007 attraverso un referendum. Non mancano, ovviamente, profonde motivazioni storiche che spiegano la genesi della proposta legandola al DNA dei sappadini, più affini alle comunità limitrofe della Carnia (Friuli Venezia Giulia) rispetto a quelle del Veneto, per lingua (germanofona e friulana alla pari dei Comuni carnici di Sauris e Timau), cultura e storia."

La parlamentare del PD continua infine: "Non solo per ragioni linguistiche ma soprattutto per quelle culturali, Sappada è una località turistica che vive un'integrazione forte con il Friuli. Vorrei sgombrare il campo da qualche perplessità già sollevata nel corso della discussione in sede della Commissione bicamerale per le questioni regionali che riguarda un possibile effetto domino di richieste di passaggi da una Regione ad un'altra, investendo non tanto il provvedimento in esame quanto l'articolo 132 della Costituzione. Osservo, perciò, che l'articolo costituzionale prevede tanti e specifici presupposti per il distacco-aggregazione di un ente locale da rendere altamente improbabile che la sua applicazione diventi generalizzata. Per tutti questi motivi la risposta del nostro Parlamento dovrà essere veloce e io spero vivamente sia favorevole."

© riproduzione riservata | online: | update: 21/09/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Sappada in Friuli: primo ok in Senato. Fasiolo (PD): non sarà effetto domino
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI