le notizie che fanno testo, dal 2010

Balneari: dopo sentenza UE serve legge di riordino del settore, dice Fasiolo (PD)

"Dopo la decisione della Corte di Giustizia dell'Unione Europea l'Italia non può più temporeggiare", diffonde in un comunicato Laura Fasiolo del Partito Democratico.

"Dopo la decisione della Corte di Giustizia dell'Unione Europea l'Italia non può più temporeggiare" afferma in una nota la parlamentare PD Laura Fasiolo.
"Le concessioni sulle spiagge vanno messe a gara e soprattutto dopo tanti anni è urgente predisporre una legge di riordino del settore balneare che preveda procedure trasparenti e regole certe" prosegue.
"Nel frattempo - spiega dunque -, in attesa di un preciso intervento normativo, è necessario che il governo provveda a gestire questo delicato momento di transizione magari anche attraverso un emendamento al decreto enti locali."
"Anche in Friuli Venezia Giulia il settore balneare è in subbuglio e tocca a noi tutelare le preoccupazioni di oltre cento operatori e i circa duemila addetti diretti e dell'indotto. - precisa - Continueremo ad impegnarci con questo obiettivo."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: