le notizie che fanno testo, dal 2010

Lampedusa, nuova tragedia: si incendia barcone con 500 migranti. Già 82 morti

"Una tragedia senza precedenti", come la definiscono già in molti, quella che sta avvenendo in queste ore a Lampedusa. Un barcone con 500 migranti, eritrei e somali, è naufragato dopo aver preso fuoco. Per il momento, i morti sono già 82 ma sono stati salvati solo 151 persone. Oltre duecento, ancora, i dispersi. Secondo Fortress Europe, dal 1994 nel solo canale di Sicilia sarebbero morti oltre 6.200 migranti.

"Dal punto di vista dei numeri delle vittime è una tragedia senza precedenti. In tanti anni di lavoro qui non ho mai visto nulla di simile" testimonia il medico responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa, Pietro Bartolo. Un barcone su cui viaggiavano circa 500 migranti, soprattutto eritrei e somali, è infatti naufragato dopo aver preso fuoco a largo di Lampedusa, nei pressi dell'Isola dei Conigli. La conta dei morti è già impressionante, ma purtroppo rischia di salire ulteriormente tanto che è stata data come disposizione il fatto che i cadaveri saranno trasferiti dalla banchina all'hangar dell'aeroporto. Stando alle ultime notizie, sarebbero già 82 i morti, tra cui una donna incinta e due bambini. Per il momento, sono però solo 151 i migranti tratti in salvo. Sconvolta il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, che invita i media ad "andare a vedere" perché "la scena è impressionante". "E' un orrore" commenta ancora il sindaco, mentre a RaiNews24 spiega quella che dovrebbe essere stata la dinamica dell'incidente: "I superstiti hanno spiegato di aver acceso i fuochi a bordo perché non avevano campo e i telefonini non prendevano. Sono così tutti finiti in mare e raccontano che alcuni motopesca, due o tre, sono passati e sono andati avanti senza aiutarli. Questo è quello che dicono loro, ma se è vero bisognerà fare luce anche su questo". Sembra che l'allarme sia stato dato dall'equipaggio di due pescherecci che transitavano nella zona, mentre i primi soccorsi sarebbero stati quelli delle barche ad uso turistico. Intanto, è stato fermato uno scafista, di origini tunisine. Anche l'arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, esprime tutta la sua "tristezza e indignazione", aggiungendo: "Non si può continuare con questa conta dei morti, occorre mobilitarsi, fare qualcosa di concreto per evitare queste cicliche tragedie della disperazione". Enrico Letta da Twitter invece avvisa che è stato "fatto punto su immane tragedia di Lampedusa con Alfano e vertici ministero - e annuncia - che si recheranno subito sul luogo disastro per i primi interventi". Nella notte, inoltre, a Lampedusa era approdata un'altra "carretta del mare" con 463 persone a bordo. La tragedia avvenuta oggi a Lampedusa è solo l'ultima in ordine di tempo. Lunedì 30 settembre tredici migranti erano morti annegati a Scicli, in provincia di Ragusa, nel tentativo di raggiungere la costa. Anche il 10 agosto 6 migranti erano morti annegati nel tentativo di raggiungere la riva, nei pressi del lungomare della Plaia di Catania, al "Lido Verde". Secondo Fortress Europe, dal 1994 nel solo canale di Sicilia sarebbero morti oltre 6.200 migranti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: