le notizie che fanno testo, dal 2010

Lady Gaga vittima degli hacker. Violato database dei fan inglesi

Mama Monster si dice "sconvolta" da questo attacco hacker e chiede giustizia. I "cracker" avrebbero violato, anche se in modo parziale, il database del sito inglese della cantante prelevando dei dati sensibili, anche se non password o "informazioni finanziarie".

Il mondo dello spettacolo è, e senz'altro sarà, sempre più vittima diretta di quella che una volta si chiamava "convergenza" dei media. Un esempio in questi giorni lo fornisce l'aidoru globale Lady Gaga, regina di Facebook, di Twitter, di Youtube, della Rete, dei "music store", e chiaramente anche bersaglio prediletto degli hacker. Un gruppo di cracker (più che hacker, in questo caso) ha attaccato infatti il sito britannico di Lady Gaga (www.ladygaga.co.uk) realizzando un "dump" (quindi un backup del database) dei dati personali degli utenti con i quali, probabilmente, potevano accedere alle aree riservate del sito. La Universal ha informato in un laconico comunicato che gli hacker si sono impossessati di una "sezione di e-mail, nome e cognome. Non sono state prese password o informazioni finanziarie". Il gruppo, già noto per aver attaccato altri artisti Universal quali Amy Winehouse e Justin Bieber, si fa chiamare "SwagSec" e avrebbe attaccato il sito di Lady Gaga il 27 Giugno, anche se la notizia è trapelata solamente oggi. Lady Gaga, dal canto suo, si è detta "sconvolta" per l'attacco dei cracker e "si augura che la polizia approfondisca la vicenda per capire come sia potuto accadere" come scrive il Daily Mirror.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: