le notizie che fanno testo, dal 2010

Lady Gaga tifa Yankees praticamente nuda

Lady Gaga è apparsa in tutto il suo splendore allo Yankee Stadium per il "derby" tra Yankees e Mets con indosso solo una camicia degli Yankees e basta. E poi si è infilata nel loro spogliatoio.

Joanne Angelina Germanotta è definitivamente scomparsa, Lady Gaga si è impossessata di lei tanto da non farle più riconoscere la differenza tra la vita reale e i videoclip. Così è parso quando venerdì sera, 18 giugno, Lady Gaga in tutto il suo splendore composto da camicia degli Yankees e basta (sotto aveva solo un reggiseno nero, uno slip e delle calze a rete) ha fatto il suo ingresso allo Yankee Stadium per il "derby" tra Yankees e Mets. Insieme a due amiche Lady Gaga beveva whisky da un bicchiere di plastica ed è rimasta cupa e seria essenzialmente per l'inno americano. Per il resto raccontano le cronache americane, sembra abbia schiamazzato ma non sia arrivata al gesto osceno esibito nel corso di una partita in casa dei Mets a Citi Field.
Fatto sta che Lady Gaga ha forse deconcentrato gli Yankees che hanno perso per 4 a 0. Ed è qui che Lady Gaga dà il suo meglio riuscendo ad entrare nella zona off limits di ogni sport, soprattutto dopo una sconfitta: lo "spogliatoio" ora meglio conosciuto e riabilitato come "clubhouse". Là Lady Gaga, presentatasi con una bottiglia di whisky sembra abbia molestato i giocatori fino ad essere allontanata dalla sicurezza.
Il New York Post ha riferito che domenica il co-presidente degli Yankees Hal Steinbrenner era furioso per l'accaduto ma Brian Cashman, General Manager degli Yankees ha gettato acqua sul fuoco perché non è colpa di Lady Gaga ma di chi l'ha fatta entrare nella clubhouse.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# derby# Lady Gaga# New York# plastica