le notizie che fanno testo, dal 2010

Lady Gaga: la prossima volta mi vestirò di tofu

Al VMA 2010 (MTV Video Music Awards) i vip seduti da Justin Bieber a Katy Perry l'anno guardata con stupore e sconcerto. Lady Gaga vestita di carne cucita da un macellaio delle stelle non capisce le polemiche di animalisti e vegani e reagisce stizzita con la soia.

Lady Gaga dopo la premiazione ai MTV Video Music Awards continua a far discutere per il suo vestito di carne che sembra proprio fosse vero. La carne con cui era avvolta la popstar (compreso il cappellino) era il suo modo per non essere considerata solo "un pezzo di carne" afferma e per protestare contro la politica americana del Don't Ask, Don't Tell (non chiedere, non dire).
La politica del Don't Ask, Don't Tell, spiega Wikipedia italiana è un "termine con cui comunemente ci si riferisce alla linea politica degli Stati Uniti d'America in merito alla questione dell'orientamento sessuale dei membri del servizio militare. Questa politica limita i tentativi dell'esercito di individuare membri o candidati omosessuali o bisessuali non dichiarati, al contempo escludendo dal servizio militare le persone apertamente gay, lesbiche o bisessuali".
Il fatto che Lady Gaga fosse vestita con una mise cucita da un macellaio era il suo modo di esprimere l'insoddisfazione verso il Congresso americano e la sua paura che gli esseri umani siano trattati solo come dei "pezzi di carne".
Lady Gaga non è nuova a queste messinscene ma stavolta ha fatto imbestialire (forse è proprio il termine giusto) anche le associazioni per i diritti degli animali e i vegani che non vedono l'utilità di uccidere un animale per vestire Lady Gaga. Lei, la Bloody Lady, come già qualcuno polemicamente la chiama, risponde che il suo vestito di carne era assolutamente equivalente ai vestiti di pelle che insossa abitualmente.
"Non mi hanno mai visto indossare vesiti di pelle?" - ha detto Lady Gaga - "La prossima volta indosserò un vestito di tofu".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: