le notizie che fanno testo, dal 2010

Lady Gaga "la Picasso degli Stati Uniti" dice Tony Bennett pittore

Tony Bennett ha ritratto in costume adamitico Lady Gaga e non si ferma con il tratteggiare, sempre con linee gentili, la "compaesana" Germanotta. Tutti e due italo-americani e nati a New York, Tony Bennett dopo averla "ritratta" col carboncino dice di Angelina Germanotta: "E' la Picasso degli Stati Uniti".

Tony Bennett (vero nome Anthony Dominick Benedetto) ha 85 anni ed è uno degli italo-americani che hanno fatto la storia della musica che "non passa mai di moda". Ultimo "crooner", ovvero quelli che da noi, quando avevamo ancora una lingua nazionale, erano chiamati "cantanti confidenziali" (per la loro interpretazione che non aveva bisogno di urla), ha raccolto gloria e onori (e anche un discreto conto in banca) insieme ad altri "compaesani" come Frank Sinatra, Dean Martin (cioè Dino Paul Crocetti) e Perry Como (nato Pierino Ronald Como). Chi poteva pensare che alla sua veneranda età avrebbe condiviso il microfono con una cantante che della "confidenzialità" fa un optional? Tony Bennett, come spesso accade ai "monumenti" musicali della sua età, si trova nel periodo dei "duetti", realizzati con le "nuove leve" della musica che a lui, nonostante tutto, sembrano davvero piacere. Una di queste è quella sorta di multinazionale del pop che prende il nome di Lady Gaga, anche lei "compaesana", ovviamente. Stefani Joanne Angelina Germanotta, ormai considerata una sorta di "extraterrestre" per gli innumerevoli meriti, artistici creativi "politici" e manageriali che le si attribuiscono, non poteva che incassare anche una "medaglia" (nel senso di Muttley http://is.gd/kOel3i) anche da Tony Bennett. Bennett difatti non nasconde la sua ammirazione nei confronti di Lady Gaga: "E' una grande artista, assolutamente originale, ogni giorno diversa, non solo nel look ma anche nell'atteggiamento e nella filosofia di vita". E aggiunge, dulcis in fundo "la Picasso degli Stati Uniti". E se Lady Gaga è ormai una sorta di Madonna Louise Veronica Ciccone al quadrato, o meglio "2.0", solamente un altro artista di spessore poteva "tratteggiare" la sua prorompente personalità. Così è stato "letteralmente" dato che proprio Tony Bennett ha ritratto col carboncino Lady Gaga, naturalmente in costume adamitico. La sua opera sarà pubblicata su Vanity Fair nel gennaio 2012 (leggi "Lady Gaga modella adamitica per Tony Bennett 'pittore'. Ecco lo schizzo" http://is.gd/8g7u6m). Ma le versioni sui "rossori" dell'incontro non combaciano. Lady Gaga si è detta "pudicamente" imbarazzata per il fugace ritratto, mentre Tony Bennett smentisce simpaticamente che la cantante di New York lo fosse: "Non lo era affatto!" ha esclamato l'ottantacinquenne crooner.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: