le notizie che fanno testo, dal 2010

Lady Gaga all'EuroPride di Roma per sostenere l'orgoglio omosessuale

Lady Gaga all'EuroPride 2011 di Roma. La notizia è ormai ufficiale. Lady Gaga chiuderà al Circo Massimo "la più significativa manifestazione internazionale europea di orgoglio omosessuale". Attesissima non solo la sua performance ma anche un suo probabile discorso sui diritti dei gay.

Ormai è ufficiale. Le indiscrezioni di questi giorni si sono rivelate esatte e con una nota congiunta il Comitato Roma EuroPride 2011 e Universal Music Italia hanno annunciato che la pop star del momento, senz'altro la più controversa, chiuderà "la più significativa manifestazione internazionale europea di orgoglio omosessuale". La partecipazione di Lady Gaga all'EuroPride di Roma si è resa possibile, spiega anche in una nota il Comitato Roma EuroPride 2011, grazie "all'interessamento dell'Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia David Thorne". Il diplomatico USA David Thorne ha infatti scritto una lettera a Lady Gaga invitandola a partecipare all'iniziativa romana, e a quanto pare la super star non ci ha pensato troppo prima di accettare. "Se l'artista statunitense ha deciso di partecipare all'EuroPride, che si terrà a Roma, evidentemente è perché conosce bene l'arretratezza del nostro Paese su queste tematiche" afferma in una nota la deputata del PD Paola Concia, nei giorni scorsi vittima di un'aggressione verbale di stampo omofobo. Paola Concia fa quindi sapere di aver "appreso con grande entusiasmo la notizia della presenza di Lady Gaga alla manifestazione conclusiva dell'EuroPride - aggiungendo - E per questo la ringrazio a nome di tutti gli italiani che hanno a cuore la libertà e il rispetto dei diritti umani". Anche l'ambasciatore americano a Roma David Thorne si dice "felice di apprendere che Lady Gaga abbia accettato di partecipare all'EuroPride", ricordando appunto come la star internazionale sia una "attiva promotrice dei diritti della comunità LGTB (lesbo-gay-bisex-trans)", precisando come questi siano "ritenuti molto importanti" dagli Stati Uniti, tanto da fare sua una frase di Hillary Clinton, quando affermò "i diritti umani sono diritti dei gay e i diritti dei gay sono diritti umani". Ed è proprio negli Stati Uniti che Lady Gaga lotta in maniera particolare per "l'orgoglio omosessuale", tanto da fare sua la battaglia per l'abolizione della legge ribattezzata del "Don't ask don't tell". In molti, quindi, al Circo Massimo, dove si concluderà la manifestazione dell'EuroPride 2011 di Roma, attenderanno non solo la performance di Lady Gaga ma soprattutto un suo discorso per il riconoscimento dei diritti di gay, lesbische, bisessuali e transgender di tutto il mondo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: