le notizie che fanno testo, dal 2010

Questura: i disordini tra terremotati e polizia provocati da estranei

Per la Questura di Roma gli scontri avvenuti durante la manifestazione dei terremotati dell'Aquila sono stati causati da "estranei" che hanno "strumentalizzato" i disordini. Cialente, sindaco dell'Aquila, non se lo sarebbe mai aspettato

Il 7 luglio circa 5mila terremotati dell'Aquila sono scesi a Roma per chiedere un ulteriore stop delle tasse, ma anche per gridare che i cittadini colpiti dal terremoto del 6 aprile 2009 hanno bisogno di ulteriori e concreti provvedimenti per sostenere la ripresa economica di queli luoghi. Tra i manifestanti e le forze dell'ordine ci sono stati scontri e incidenti.
La Questura di Roma, dopo la manifestazione tenutasi al centro di Roma, tra Piazza Venezia e Piazza Colonna, ha comunicato che i disordini sono avvenuti poiché la manifestazione si è allargata oltre i limiti consentiti e autorizzati dalla stessa. Per la Questura, quindi, ci sono stati dei manifestanti (da loro identificati come estranei ai terremotati) che hanno cercato di forzare i blocchi, con l'intento specifico di arrivare a Montecitorio. Per le forze dell'ordine, quindi, il caos è stato originato da gruppi provenienti da centri sociali che hanno "strumentalizzato" i disordini.
Pierluigi Mantini, dell'Unione di Centro, reputa invece "assurdo che i manifestanti siano stati accolti da un vasto schieramento di forze dell'ordine che, inaspettatamente e senza alcuna palese motivazione, bloccava il corteo in Via del Corso, provocando così i primi tafferugli e nonostante il sindaco Cialente e altri cercassero di calmare gli animi, i cittadini Aquilani venivano caricati, colpiti e feriti". Per Mantini, quindi, "i gravi incidenti dimostrano ancora una volta come il governo, al di là di alcuni spot sensazionalistici, sia completamente incapace di una risolutiva politica di ricostruzione del dopo terremoto".
Anche il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente appare sconcertato da quanto successo, affermando a Sky Tg24 che non si sarebbe mai aspettato "quello che è accaduto" poiché, continua il sindaco, "siamo gente tranquilla anche se molto disperata. C'è stato un blocco delle forze dell'ordine, ci sono stati tafferugli e abbiamo cercato di calmare le persone. Mi spiace perchè ci sono anche dei feriti, credo due".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: