le notizie che fanno testo, dal 2010

Serbia: scoperta fossa comune

Scoperta in Serbia una fossa comune con centinaia di morti di nazionalità albanese. Delitti compiuti durante la Guerra in Kosovo dalle forze di sicurezza guidate da Milosevic.

La Serbia scoperchia un nuovo orrore della guerra del Kosovo. E' stata infatti scoperta una fossa comune dove sono state sepolte circa 250 persone di etnia albanese.
A diffondere la notizia Vladimir Vukcevic, procuratore per i crimini di guerra serbo, annunciando che presto ci si occuperà di riesumare i corpi per cercare di dargli una identità.
La procura, infatti, ha promesso che farà il possibile per riconsegnare i corpi alle famiglie di appartenenza. Un forte segnale atto a dimostrare quanto la Serbia ci tenga a far luce sui crimini di guerra.
Le forze di sicurezza della Serbia, infatti, guidate dall'allora presidente serbo Slobodan Milosevic trasportarono durante il conflitto centinaia di albanesi in giro per il Paese, proprio per nascondere le uccisioni di massa.
Vukcevic infatti ribadisce che "la Serbia non sfugge al suo passato oscuro" e vuole "punire tutti coloro che hanno commesso crimini", indistintamente dalla nazionalità.

© riproduzione riservata | online: | update: 23/07/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Serbia: scoperta fossa comune
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI