le notizie che fanno testo, dal 2010

eBook: Amazon e lo sperato falò dei libri di carta

Amazon non vede l'ora di far scomparire i libri di carta con il plauso di tutti. Jeff Bezos annuncia il sorpasso di vendite (nel suo negozio on line) degli eBook rispetto ai libri di carta, sapendo che in questo modo cambierà uno dei pochi pezzi oggettivi e scomodi (ma immutabili) che ci rimangono, quei "mattoni" dei libri di carta, sostituendoli con dei file che essendo immateriali possono essere sempre manipolati o "ritirati". Aspettando un bel falò di libri in nome del dio gadget.

Sembra che ci sia un entusiasmo da "Fahrenheit 451" sull'annuncio, non sappiamo quanto rispondente al vero o alle leggi del marketing (anche Nexus One di Google prima di essere "ritirato" come gli androidi di Blade Runner era in marcia trionfale perenne), che i libri di "carta" sono soppiantati degli "eBook".
Dopo aver tagliato il prezzo del suo lettore di eBook Kindle, Amazon lo storico negozio online di libri e non solo, ha comunicato che gli eBook, ovvero i libri elettronici, vanno via come il pane. Amazon non sa più come urlarlo che i libri di carta sono finiti, e il suo entusiasmo è senz'altro da ricercare nella logica orwelliana a cui la gestione del lettore di Amazon ci ha già abituati (come la cancellazione da remoto obtorto collo di 1984 di Orwell, titolo regolarmente acquistato).
Amazon sostiene che negli ultimi mesi, per ogni 100 libri di carta ha venduto 143 eBook leggibili su Kindle e negli ultimi giorni addirittura il numero è ancora aumentato. Un vero tracollo per l'editoria cartacea e per la libera circolazione delle idee visto che gli eBook per Kindle possono essere letti sono da un apparecchio Kindle (o da software Kindle), mentre un libro di Erminia poteva essere letto anche da Aldo o addirittura da Zia Maria e senza che si attaccassero alla presa di corrente per ricaricarsi.
Jeff Bezos, amministratore di Amazon, sempre più simile a Steve Jobs di Apple, tutte e due sembre più simili a Bruno Bluthgeld di Philip Dick, sventola trionfante il pezzo di plastica che dovrebbe schiacciare il libro di Gutemberg il quale va senza corrente e si può utilizzare anche per non far ballare il tavolo senza conseguenze.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: