le notizie che fanno testo, dal 2010

Juventus show "tricolore", è prima con la Lazio. Udinese cade a Parma

La domenica pomeriggio della 12ma giornata di Serie A registra una nuova capolista. LA Juventus di Antonio Conte "sotterra" il Palermo con un 3 a 0 di stampo tutto italiano. Apre Pepe, poi Matri e Marchisio chiudono i conti allo Juventus Stadium portando i bianconeri a in testa alla classifica quota 22 assieme alla Lazio. Perde l'occasione di andare in testa in solitaria l'Udinese di Guidolin che a Parma perde per 2 a 0 sotto i colpi di Biabiany e Giovinco. Pareggio tra Siena e Atalanta mentre il Chievo sbanca Catania. Vincono negli ultimi minuti anche il Genoa e il Cesena rispettivamente contro il Novara e il Bologna.

Gli uomini "tricolore" trascinano la Juventus in vetta assieme alla Lazio. Con un gol a testa, Pepe, Matri e Marchisio sono stati i protagonisti della domenica pomeriggio valevole per la 12ma giornata del campionato italiano di Serie A. Il 3 a 0 maturato allo Juventus Stadium è una prova di forza vera e propria degli uomini di Antonio Conte che stendono il Palermo salendo così a quota 22 punti, alla pari con gli uomini di Reja, che sabato sera hanno pareggiato nell'anticipo contro il Napoli. Un punto più dietro, oltre al Milan, c'è l'Udinese di Guidolin che non approfitta dei "passi falsi" dei rossoneri e della Lazio, perdendo 2 a 0 in casa del Parma grazie alle reti di Biabiany al 59' e il rigore realizzato da Sebastian Giovinco. Oltre a vedere svanita la possibilità di restare da sola in vetta, la squadra friulana perde la testa della classifica marcatori con Di Natale che rimane a secco e si fa raggiungere e superare da Denis che mette a segno una doppietta a Siena e sale a quota 9 (uno in più del napoletano). Guidolin si può però consolare per il semplice fatto che la sua squadra ha giocato una partita in meno, ovvero quella rinviata lo scorso 6 novembre al San Paolo di Napoli e che si giocherà il prossimo 29 novembre. Tra le altre partite c'è stato il pareggio "botta e risposta" tra Siena e Atalanta che ha visto i toscani rimontare per due volte con D'Agostino e Gazzi la doppietta di German Denis. Grande rammarico per Vincenzo Montella che vede il suo Catania cadere in casa dopo aver sciupato l'occasione di andare in vantaggio con un calcio di rigore di Lodi. Nell'occasione il portiere del Chievo Sorrentino si supera e chiude a doppia mandata la porta dei veneti che segnano prima con Pellissier (su rigore) e poi con Sammarco. Inutile il gol della bandiera alla mezz'ora della ripresa di Almiron. Vincono a circa 5' dal termine sia il Genoa di Malesani che il Cesena di Arrigoni. Il primo con una rete di Veloso che stende il Novara e manda in visibilio il Marassi, il secondo grazie alla bomba da fuori area di Parolo che permette ai romagnoli di battere il Bologna.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: