le notizie che fanno testo, dal 2010

Juventus, Allegri: a Napoli potremmo giocare con la difesa a tre

"A Napoli potremmo giocare con la difesa a tre, oppure Padoin potrebbe giocare come terzino destro" anticipa il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, in vista della sfida di campionato contro i partenopei di Sarri.

"Con il Frosinone abbiamo giocato una buona gara e, come ho detto dopo la partita, non avremmo dovuto concedere quel calcio d'angolo. Un errore che sarebbe rimasto tale anche se il Frosinone non avesse segnato", ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri.
"In una stagione ci sono momenti di difficoltà e si superano lavorando e stando zitti. Io sono sereno, perché so dove può arrivare questa squadra e a Natale avremo un'altra posizione in classifica. - assicura il tecnico bianconero - Dovremo essere più bravi e precisi però, perché non si può tirare 30 volte in porta per vincere una partita. Ci sono tanti giocatori giovani, che hanno entusiasmo, ma al momento non possiamo contare su chi ha più esperienza. Quando la squadra sarà al completo, ci saranno molte più soluzioni".
"Khedira domenica ricomincerà ad allenarsi con la squadra e Marchisio rientrerà in gruppo dopo la sosta. Asamoah ha giocato un'amichevole con la Primavera ieri, si è mosso abbastanza bene e dalla prossima settimana dovrebbe tornare con il gruppo. Caceres dovrebbe tornare a disposizione mercoledì e riguardo Lichtsteiner, sta facendo degli esami e lunedì sera ne sapremo di più. Morata sarà a disposizione" rivela quindi Allegri in merito ai giocatori a disposizione.
"A Napoli potremmo giocare con la difesa a tre, oppure Padoin potrebbe giocare come terzino destro, ruolo in cui ha già fatto bene in passato. - anticipa quindi Allegri - È stato attaccato ingiustamente dopo le prime due partite e mi è dispiaciuto, perché non credo proprio che le responsabilità dei risultati fossero sue". "Il Napoli è un'ottima squadra e a livello offensivo è una delle migliori e più attrezzate con Callejon, Hamsik, Higuain, Mertens, Insigne, Gabbiadini... Sarri sta lavorando bene, ha ottenuto risultati in Europa League e anche se in campionato è un po' in ritardo come noi, la squadra ha dato segnali di crescita. - conclude il ct - Ci aspetta una partita difficile, un altro scontro diretto, un bel test e un momento di crescita per i più giovani, ma non è una gara da dentro o fuori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: