le notizie che fanno testo, dal 2010

Jovanotti ai funerali di Francesco Pinna. Chiesta discrezione ai media

Oggi i funerali di Francesco Pinna, il 20enne studente che morì il 12 dicembre a causa del crollo del palco che quella sera avrebbe ospitato l'Ora Tour di Lorenzo Cherubini. I genitori del ragazzo hanno chiesto agli organi di stampa discrezione, come discreta è stata la presenza di Jovanotti alla commemorazione.

La procura di Trieste nei giorni scorsi ha emesso 9 avvisi di garanzia, diretti a dirigenti e funzionari delle ditte incaricate di realizzare il palco crollato il 12 dicembre nel capoluogo del Friuli-Venezia Giulia. Quella sera si sarebbe dovuto esibire Jovanotti ma sotto quel palco è rimasto vittima invece uno studente di 20 anni, Francesco Pinna. L'Ora Tour di Lorenzo Cherubini è stato sospeso, e verrà ripreso a febbraio, anche a causa delle polemiche nate subito sopo l'incidente, visto che alcuni tecnici parlando con i giornalisti avrebbero spiegato che per il lavoro che stava svolgendo Francesco Pinna si guadagnerebbe circa "5 euro l'ora". "Le strumentalizzazioni sono fuori luogo e mi feriscono perché inducono a pensare che nel mio tour ci sia del lavoro nero o sottopagato - chiariva in un comunicato Jovanotti il giorno dopo la tragedia - Lo so, e mi è stato confermato anche in questo caso, che in un tour come il mio (e come tutti i grandi e piccoli tour che girano l'Italia) ogni lavoratore locale è assunto con un contratto in regola con le leggi dello Stato". "Era assunto con contratto regolare. Io personalmente pretendo sempre che tutti quelli coinvolti anche indirettamente in un lavoro che riguardi la mia musica siano sempre tutelati in ogni forma e anche in questo caso era così", si legge nella nota che riporta La Repubblica (http://is.gd/E3Sv7o), con Jovanotti che spiega ancora: "Il mondo dei concerti è un settore serio dove non c'è approssimazione e improvvisazione e nei miei tour c'è totale rispetto delle leggi e delle persone. A Trieste si stava lavorando come sempre quando prepariamo un evento. Non c'è giornata in cui una serie di funzionari pubblici non verifichino il corretto montaggio e non si presentino ad approvare i metodi di costruzione della struttura". "Sono migliaia a fare questi lavori in Italia e spesso sono studenti che non hanno un lavoro fisso e che così si guadagnano qualche giornata. Francesco era uno di loro e aveva tutta la vita davanti a sé e questa è la tragedia" conclude il cantante, che come fece la Apple quando morì Steve Jobs dedica la homepage del suo sito Soleluna a Francesco Pinna, pubblicando una sua foto in bianco e nero. Oggi i funerali dello studente, e la famiglia Pinna ha chiesto la massima discrezione agli organi di informazione, in particolare a fotografi e cameraman che non potranno accedere nella chiesa durante il rito religioso. E discreta, quindi, è stata anche la presenza di Lorenzo Cherubini alla commemorazione. Jovanotti si è prima recato nella cappella mortuaria del cimitero di Sant'Anna, a Trieste, per dare l'ultimo saluto a Francesco Pinna, per poi partecipare alla messa celebrata da monsignor Giampaolo Crepaldi nella chiesa del Sacro cuore del Gesù nel capoluogo giuliano.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: