le notizie che fanno testo, dal 2010

MotoGP, Lorenzo: "Honda troppo veloce, speriamo accada qualcosa"

Il campione del mondo Jorge Lorenzo ammette la superiorità della moto di Casey Stoner, diretto avversario per la conquista del motomondiale. "Penso che la sorpresa sia essere solo 44 punti dietro a Casey" ha ammesso, rivelando la speranza che succeda qualcosa che possa riaprire il campionato.

Ce la metterà ancora tutta, come è da sempre abituato a fare, ma non può nascondere la superiorità delle Honda. La voglia di vittoria di Jorge Lorenzo, pilota della Yamaha e secondo nella classifica del Mondiale di MotoGp, va a sbattere contro la consapevolezza di avere una moto per molti versi inferiore a quella di Casey Stoner, sempre più leader del campionato. "Penso che la Honda è stata estremamente veloce e molto competitiva - ha ammesso Lorenzo - lo era dall'ultima parte dello scorso anno, e quest'anno ancora di più". Poi Jorge sorprende per la sincerità accompagnata da un poco velato pessimismo: "Penso che la sorpresa sia essere solo 44 punti dietro a Casey. Ha dominato il campionato - afferma il campione del mondo in carica - e sta vincendo molte gare. Essere secondi non è male visto come stiamo quest'anno". L'unico modo che Lorenzo ha per riconfermarsi campione sembra essere la speranza che Stoner "molli" per qualche motivo: "La nostra speranza è che qualcosa succeda, si spera non negativa per Casey, ma per aiutarci un po' e per continuare a lottare". Ma senza questo, come ammette lo stesso pilota spagnolo, vincere il Mondiale diventa "quasi impossibile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Casey Stoner# Honda# Jorge Lorenzo